Ciak si gira – Progetto Ulisse

Sto caricando la mappa ....

29/05/2014 - 30/05/2014
15:00 - 20:00

Volterra

Centro storico

Volterra

Carte Blanche/Compagnia della Fortezza
vi invitano a partecipare ai prossimi incontri in programma:

29 Maggio ore 15/20 – Cinema Centrale: Ciak si gira – Mercuzio non vuole morire – Open set

30 Maggio ore 17,30 – Teatro di S. Pietro: Progetto Ulisse – con gli studenti della classe 3° del Liceo delle Scienze di Volterra. Presentazione del Progetto alla Città.

PRIMO APPUNTAMENTO

29 Maggio ore 15/20 – Cinema Centrale

Ciak si gira: la città si mette in scena Un docu-film su Mercuzio non vuole morire, aspettando VolterraTeatro 2014

Per VolterraTeatro 2014, interamente dedicato al tema de “La Ferita”, tutta la città torna a mettersi in scena con un grande progetto teatrale collettivo attraverso il quale trasformare la ferita in una grandissima forza, per attirare l’attenzione del mondo su un territorio che, ferito, rinasce ancora più splendente di prima.

Ricordate Mercuzio non vuole morire di due anni fa?
Per l’edizione 2012 di VolterraTeatro, interamente dedicata al progetto “Mercuzio non vuole morire”, la città di Volterra e i comuni di Pomarance, Montecatini V.C. e Castelnuovo V.C. erano stati protagonisti assoluti del festival, mettendosi in scena, attraverso un grande coinvolgimento in azioni corali, per accompagnare Mercuzio, simbolo della cultura, della poesia e del coraggio di sognare, nel suo riscatto nei confronti del destino di morte che gli aveva riservato Shakespeare.
L’intero progetto era stato seguito in ogni sua tappa, dalle foto di massa alle azioni collettive nelle piazze e nei centri storici,
allo spettacolo in carcere della Compagnia della Fortezza, da numerosissimi fotografi e operatori video.

Dopo un lavoro di due anni, parte delle tantissime immagini raccolte stanno per confluire in un docu-film, la cui realizzazione sarà curata dalla videomaker Lavinia Baroni.
Ma ancora una volta il progetto richiede la collaborazione di tutti i cittadini che ne hanno determinato la straordinaria forza creativa.

Il 29 maggio, dalle ore 15.00, la sala del Cinema Centrale di Volterra ospiterà una giornata dedicata a Mercuzio, durante la quale saranno proiettati stralci di riprese video dell’intero percorso.

Per l’occasione verrà allestito un open set in cui, dopo aver riattraversato insieme l’atmosfera di quei giorni, verranno raccolte impressioni a caldo, suggestioni del pubblico da inserire nel montaggio definitivo che sarà presentato all’interno del programma di eventi di VolterraTeatro 2014.

La giornata del 29 rappresenterà quindi idealmente una tappa di avvicinamento al festival che si tiene tradizionalmente in luglio, sotto la direzione artistica di Armando Punzo, e che per questa edizione, gettando una sorta di ponte ideale proprio con il progetto Mercuzio, si propone di rimettere al centro la città. A cittadini, artisti e pubblico, verrà dunque nuovamente chiesto di mettersi in scena, in una sorta di grande performance teatrale comunitaria, una strabiliante opera d’arte a cielo aperto. Per lavorare insieme – sotto la guida di Punzo e di altri artisti di grande rilievo – partendo dalla ferita materiale delle mura di Volterra, a un concetto di ferita più profonda, intima, legata all’artista, ma ancor prima all’uomo e alla comunità. Una ferita “luminosa”, da intendersi come possibilità di sprigionare bellezza dal dolore, di rilanciare su una debolezza apparente per farne una straordinaria forza.

SECONDO APPUNTAMENTO

30 Maggio ore 17,30 – Teatro di S. Pietro

Progetto Ulisse – con gli studenti della classe 3° del Liceo delle Scienze di Volterra. Presentazione del Progetto alla Città.

E se invece di ostinarci a voler capire meglio la realtà, la smarrissimo, volontariamente, per crearne attraverso l’arte una completamente nuova che più somigli al bello?
Come in un viaggio coraggioso verso il non conosciuto, senza certezze.

Parte da qui il Progetto Ulisse avviato da Armando Punzo nel dicembre 2013 con la Classe III del Liceo delle Scienze Umane G. Carducci di Volterra
che sarà presentato alla città venerdì 30 maggio 2014 alle 17.30 al Teatro di San Pietro e che si svilupperà nell’arco dell’anno scolastico 2014/2015.

Il progetto, in collaborazione e con la partecipazione di GenerazioniInArte/Fotoimmagine, Consorzio Turistico Volterra Valdicecina, Comitato Contrade Città di Volterra, prevede il futuro coinvolgimento di alcune classi del Liceo Artistico di Volterra e di artisti e associazioni del territorio che operano in campo culturale, per la realizzazione di una creazione comune.

Nel dettaglio si lavorerà , a partire dal mito omerico di Ulisse, alla creazione di Tableaux Vivants in cui i giovani studenti avranno la possibilità, aiutati dagli artisti e dalle associazioni, di raccontarsi attraverso la creazione di opere d’arte viventi.
Di raccontare le proprie visioni? I propri sogni?
O forse di immaginare per noi, una nuova realtà, un nuovo mondo possibile?
Nell’Odissea il tema del viaggio, dell’allontanamento e del ritorno alla casa si intersecano con il tema ricorrente della mutabilità di tutte le cose e dell’uomo affascinato dall’ignoto incarnato dalla figura di Ulisse.
Quella stessa mutabilità che appare all’artista come necessità di andare oltre quello che già conosce, come un leit motiv della propria esistenza, quel flusso evolutivo che appartiene all’uomo e al mondo stesso che per sua natura non è immobile, trasfigurerà anche le opere d’arte che prenderanno una nuova forma in divenire, saranno dissacrate nella loro immutabilità museale, e trasformate in quadri vitali e parlanti di fronte a un pubblico chiamato ad attraversarle come un grande e camaleontico Ulisse.
Accogliendo l’esigenza dei ragazzi stessi di andare oltre la banalità del quotidiano, non si lavorerà dunque a una rappresentazione realistica della vita contemporanea attraverso il mito, ovvero su ciò che già conosciamo della nostra esistenza, ma a una rilettura del mito stesso, che sorvoli la realtà attraverso visioni fantastiche, alla ricerca di una rinnovata bellezza, di un racconto immaginato tutto dentro l’arte.
Accanto all’opera omerica il lavoro creativo sarà nutrito da altri testi teatrali e letterari, video documentari, film, volumi con opere d’arte di ogni epoca, impressionismo, espressionismo, arte contemporanea che l’associazione metterà a disposizione.
Il laboratorio , già avviato nel dicembre 2013, proseguirà fino al 2015 condotto da Armando Punzo e dai suoi collaboratori, presso le sedi del Liceo G. Carducci, presso il Teatro San Pietro di Volterra e altri spazi che verranno concordati con il Dirigente scolastico,
i docenti e l’Associazione Carte Blanche coordinatrice del progetto e prevede un momento di apertura al pubblico e alla città tra la fine di maggio e gli inizi di giugno 2015.

_____________________________________________________________

Info:

Carte Blanche
Via Don Minzoni, 49 – Volterra (PI)
tel. 0588 80392 – fax 0588 90528
www.compagniadellafortezza.org – www.volterrateatro.it
info@compagniadellafortezza.org – info@volterrateatro.it

0
Consorzio Turistico Volterra Valdicecina Valdera S.c.r.l.
Via Franceschini, 34 - 56048 Volterra (PI) - PIVA 01308340502
Copyright © 2012 - Cookie & Privacy Policy
Google+