Acquerellando

Sto caricando la mappa ....

05/04/2014 - 30/04/2014
07:00 - 20:00

Caffè Enoteca “Betti”

Via Volterrana

Ponteginori

Caffè Enoteca Betti
Ponteginori (Montecatini VC  – PI)

“Acquerellando”

Arte e “merendate” nella rassegna che fu ideata da Pirimpi

In mostra gli acquerelli d’autore di Leo Filippeschi e Gianpaolo Minuti Innocenti

Inaugurazione e invito alla “merendata” sabato 5 aprile 2014 ore 18

Lo chiamavano Pirimpi ed è un’icona mitica della Valdicecina.

Uomo dalla mente libera, e dalla personalità dirompente, Giorgio Betti, originario gestore del Caffè omonimo a Ponteginori, nel comune di Montecatini Valdicecina (PI), che oggi porta il suo nome, fu promotore e sostenitore delle arti del territorio, a cui diede impulsi fondamentali, in quell’amalgama di stile creativo e vita vissuta che fu il suo caffè-osteria, scena del suo romanzesco percorso esistenziale.

Su iniziativa dei nipoti eredi di stile e passione, Enrico e Matteo Betti, e di due artisti originari del luogo, ritorna in terza edizione “Acquerellando”, la rassegna, da lui ideata, che raccordava le “merendate” paesane all’arte visiva sopraffina, seguendo il motto secondo cui  “la destinazione dell’acqua, invece che nel vino, è nell’acquerello …”.

E con lo stesso pathos, uno degli autori che deve a Pirimpi la sua prima esposizione, il ponteginorino Leo Filippeschi, insieme a Gianpaolo Minuti Innocenti, originario del vicino Castello di Querceto, esporranno i loro mirabili acquerelli in una doppia personale, che conta l’inaugurazione “classica” con merenda a base di rustici assaggi vari, sabato 5 aprile 2014 dalle ore 18.

Tradizione conviviale del gusto e condivisione della carica espressiva, animeranno l’inaugurazione “contesa” fra le pennellate calibrate e “filosofiche” di Gianpaolo Minuti Innocenti, e l’acquerello immediato, costruito fra ombre e luci, di Leo Filippeschi.

I soggetti sono ispirati dalla natura: still-life e paesaggi simbolisti, enigmatici, costruiti dalla forza compositiva e dall’invenzione della partitura cromatica.

Pittori audaci come quel Pirimpi, al secolo Giorgio Betti, che raccordò, fra bruschette, polenta fritta e gustose maccheronate, la tradizione artistica marittima-livornese a quella dell’immediato entroterra agreste, scoprendo talenti poi consolidati come Paoli, Bettarini, Millus e Scudiero.

La mostra resterà aperta ai visitatori fino al fino al 30 aprile 2014, nell’orario 7-20 (domenica chiuso). Info: Caffè Betti 0588/37002, e-mail pirimpisnc@hotmail.com.

acquerello di Gianpaolo Minuti Innocenti

0
Consorzio Turistico Volterra Valdicecina Valdera S.c.r.l.
Via Franceschini, 34 - 56048 Volterra (PI) - PIVA 01308340502
Copyright © 2012 - Cookie & Privacy Policy
Google+